Milbrut

MiLBRUT The Confectioners ,La Storia

MiLBRUT

The Story

 

Le origini dell’azienda sono riconducibili ai primi del novecento e collocati a Naro, Comune italiano della provincia di Agrigento, in Sicilia.

Esistono diverse ipotesi sulle origini della città e del suo nome: la prima leggendaria ipotesi vedrebbe la città fondata dai giganti, primi abitanti dell’isola, tale ipotesi è avvalorata da Paolo Castelli[ e Fra Salvatore Cappuccino, quest’ultimo richiama l’archivio del Regio Ufficio Giuratorio, foglio 1, riportante la notizia che: nel secolo XV quando si doveva costruire il cappellone della chiesa madre, si rinvenne nelle fondamenta abbondanza di crani, cannelle, denti ed altre ossa gigantesche. Alcuni studiosi la identificano con l’antica Camico, città costruita da Dedalo per Cocalo, re dei Sicani, oppure sempre fondata dai Sicani con il nome di Indàra o Inico. Altri la identificano con Akràgas Ionicum, colonia dell’antica Gela fondata nel 680 a.C., otto anni dopo la stessa Gela e ben cento anni prima di Akragas Doricum (l’attuale Agrigento).

Durante il periodo romano la città, che probabilmente portava il nome di Carconiana, acquisisce una vocazione agricola che ne caratterizzerà la storia dei secoli successivi.

Nel suo territorio esistono resti di insediamenti paleocristiani, in particolare delle catacombe, e di ville romane. In territorio di Naro nacque San Gregorio vescovo d’Agrigento.

Ottenne il titolo di città nel 1525 quando, per petizione presentata al Real Parlamento di cui Naro occupava il 18º posto del braccio demaniale dal magnifico naritano Don Girolamo D’Andrea, si vide concedere tale titolo (fino ad allora si chiamava “terra del demanio di Naro”) da Carlo V, che per mezzo del suo viceré, il Duca di Monteleone concesse alla città anche il privilegio del Mero e Misto Impero, autorizzandola quindi ad esercitare giustizia civile e penale da sé (di tale privilegio godevano all’epoca solo Palermo e Messina in tutta la Sicilia). Nel 1615 venne nominata capo comarca dal Parlamento Generale svoltosi a Palermo. Nel 1645 ottenne anche il privilegio del Bussolo Senatorio (da qui la sigla S.P.Q.N. nello stemma della città), tramite il quale i giurati e i patrizi venivano eletti ogni anno direttamente dal consiglio cittadino e i primi prendevano il titolo di senatori.[3] Il XVII e il XVIII secolo rappresentano un periodo di particolare splendore per la città durante il quale i diversi ordini monastici presenti costruiscono o rinnovano diverse chiese e monasteri che caratterizzano il tessuto urbano della città attuale.

(fonte: Wikipedia)

Hanno preso inizio le riprese per raccontare la storia della nosrta Azienda.

Milbrut, si traduce nella Passione di Famiglia centenaria  trasmessa alla nuova genarazione

che ha il nobile compito di portare avanti la tradizione al pari passo dell’ innovazione.

 

Abbiamo cercato di Raccontarvi la nostra soria!!

#StayTuned ciak! Si Gira! Seguite i nostri canali social e non perdetevi il nostro corto!!

Lascia un commento